Alvar Aalto

Nato nel 1898 a Kuortane (Finlandia Occidentale), Alvar Aalto è uno dei padri del Movimento Moderno nonché figura portante dell’Architettura del XX secolo. Architetto, designer e accademico, al principio il lavoro di Aalto viene influenzato dal “Romanticismo nazionalista finlandese” di Lindgren, senza mai abbandonare lo stile funzionalista che lo porterà infine nella corrente denominata “Razionalismo empirico”. Dal 1916 al 1921 frequentò il Politecnico di Helsinki, dove Lindgren fu suo professore. Nel 1925 si sposò con la sua compagna di studi Aino, destinata a divenire anche lei importante architetto e designer esponente del mondo del design finlandese. Il loro viaggio di nozze in Italia ispirò profondamente il loro stile, caratterizzato da un ampio uso della linea e del segno dell’onda (che in finlandese si dice, appunto, “aalto”). Questa linea caratteristica di Aalto si ritrova in quasi tutte le sue opere, dagli edifici architettonici ai piccoli oggetti quotidiani di design. Fu molto attivo sia nella madrepatria Finlandia, dove lui e la moglie fondarono il loro studio prima a Turku e poi a Helsinki nel 1931, sia nel resto dell’Europa e negli Stati Uniti. Nel 1935 fondò la ditta Artek insieme alla moglie Aino Aalto, affinché potesse produrre in serie i suoi mobili. Le sue opere furono ospitate in innumerevoli esposizioni universali e prestigiosi musei, quali la Triennale di Milano (1933) e il MOMA di New York, nel quale nel 1938 si tenne una mostra delle sue opere. Ottenne due lauree “honoris causa”: una dall’Università americana di Princeton e una dal Politecnico di Milano. Fra i suoi lavori più importanti nel campo del design, figura la serie di vasi Aalto tutt’oggi prodotta in vetro soffiato dal brand finlandese Iittala. La fama e il prestigio di Alvar Aalto hanno reso questa serie di vasi un simbolo nazionale della Finlandia.
Alvar Aalto
Nessun prodotto corrispondete alla selezione è stato trovato.